Condivido la mia esperienza: Germania

L'idea di questo forum nasce dal post di Skyes, infermieristica nel mondo.
Regole del forum
Nel mondo l'infermiere lavora con regole simili alle nostre, poi, esperienze, racconti, riferimenti normativi e tanto altro.
Condividi la tua discussione preferita.
MyEnglishSchool
Newbie
Newbie
Messaggi: 4
Iscritto il: 17/05/2016, 11:42
Lavoro e cerco...: Stiamo cercando infermieri italiani in giro per il mondo che abbiano voglia di raccontarsi per un piccolo progetto editoriale rivolto a giovani laureati/laureandi.

Re: Condivido la mia esperienza: Germania

Messaggio da leggere da MyEnglishSchool » 26/05/2016, 11:19

Salve a tutti!
Sto cercando qualcuno che lavora o ha lavorato in Germania come infermiere e che abbia voglia di raccontare la sua esperienza. Sto cercando, infatti, infermieri da intervistare per un piccolo progetto editoriale. Se siete interessati e avete voglia di raccontare la vostra storia, contattatemi!
Ciao e grazie.

Alessia
My English School Magazine
http://www.myenglishschool.it/magazine/

seliava
New User
New User
Messaggi: 29
Iscritto il: 28/05/2013, 1:14

Re: Condivido la mia esperienza: Germania

Messaggio da leggere da seliava » 04/08/2016, 18:33

é un'anno che sono in Germania, per fortuna o sfortuna non ho ancora lavorato( sono in maternità), ma mi sono guardata intorno ed ho raccolto i racconti di esperienze, ho partorito in ospedale e mi sono guardata intorno come una paziente. Mio marito sta lavorando come un Oss( è un'OSS) e mi racconta le robe da medioevo: il personale non ha una minima idea sulla mobilizzazione dei pazienti. Prevalentemente si lavora da soli, probabilmente è una cosa di mentalità( sono solitari) o magari per non rispondere degli azioni di colleghi, gestire il suo tempo da soli. I pazienti che sono da mobilizzare in due spesso li fai da soli che è difficile che un collega venga per aiutare. Tutto a scapito della schiena.
Confermo sullo stato di infermiere di ospedale pubblico e privato, cmq sempre presente aria "non so, devo chiederlo ad un medico".
Nell'ospedale i prelievi li fa un'infermiere, in casa di riposo le calze antitrombo si applicano sull'ordine medico.
In ginecologia dopo parto non mi hanno mai rifatto un letto, al terzo giorno sono andata da sola a prendere le lenzuola. A colazione e cena SEMPRE una vasta scelta di pane e salumi/formaggi di tutti i tipi UGUALI. Tutti i giorni. In casa di riposo idem, frullati però.
Il medico di base ti stampa le visite specialistiche ugualmente come in Italia, personalmente visita poco. Malattie, idem .
SCOOP!!!!!
In Germania si ammalano UGUALMENTE come in Italia, spesso in weekend o a cavallo di ferie, spesso e volentieri. Quasi di piu. Nonostante che in Italia si pensa che sono infallibili lavoratori e precisi. Nulla di piu errato.
Pediatra. Uguale come in Italia.
Cambia forse il modo di servizio sanitario.
Ci sono delle varie casse private che "pescano" dalla popolazione offrendo qualche servizio "gratis" in piu.
Di solito tutte le visite, esami di sangue, RM, TC, ecografie sono gratis( almeno quello che mi è capitato). 2 volte all'anno la pulizia dei denti rimborsata al 80%. Gli specialisti hanno molta diagnostica negli studi privati( eco, raggi, etc.) e si fa tutto subito senza altre prenotazioni, visite, etc.
Tutto questo si paga come "assicurazione sanitaria" nella voce busta paga pagata 50% e 50% dal lavoratore e datore, una cifra ben visibile e non camuffata come in Italia. Idem per previdenza, contributo per disoccupazione, "bonus solidarietà" per la Germania dell'est( ex blocco sovietico, è meno sviluppata di quella dell'ovest).
Concordo con rimmel e pulse su ogni parola.

Aggiungo che quest'anno sto vivendo oramai 10mo mese di perenne autunno e aver visto sole una ventina di volte da ottobre..... tutto sempre grigio, bimbi che hanno bisogno delle tute impermeabili overall di gomma+ stivali di gomma per poter giocare fuori nel fango come dei porcellini in quella mezzora che non piove. Che tristezza.

Unico "piu" della Germania è la politica della famiglia e cosi popolare in Italia "reddito di sostegno", bonus bimbi, cioè aspetto economico. Ma col tempo mi vien da pensare che questi soldi per bambini vengono date sottointendendo "portateli via da qui per farli vedere un po di sole".....
153

Never fail to observe that it is much easier to leave many people dissatisfied than please them.

Kozma Prutkov

Avatar utente
Dearg-Due
User Senior
User Senior
Messaggi: 2886
Iscritto il: 27/07/2009, 16:56
Lavoro e cerco...: Aspirante Infermiere Forense, per sbattere sotto il naso le leggi a chi fa conto sull'ignoranza della categoria per approfittarsene e fare il bello e cattivo tempo utilizzando professionisti laureati come camerieri e factotum.

Re: Condivido la mia esperienza: Germania

Messaggio da leggere da Dearg-Due » 04/08/2016, 21:16

seliava ha scritto:...Aggiungo che quest'anno sto vivendo oramai 10mo mese di perenne autunno e aver visto sole una ventina di volte da ottobre..... tutto sempre grigio, bimbi che hanno bisogno delle tute impermeabili overall di gomma+ stivali di gomma per poter giocare fuori nel fango come dei porcellini in quella mezzora che non piove. Che tristezza.
...
CHE BELLEZZA !!!
Chiedigli se vogliono comprare un po' di questa palla gialla odiosissima.

Vieni qui, ci sono 40°, sembra di essere in Africa, si suda solo a guardare il cielo.
Venisse un'altra era glaciale, magari.
Io adoro il freddo, il vento, la pioggia e il cielo grigio, il camino acceso e un tè caldo (ma anche un Irish coffee).
Sennò non sarei un Vampiro.
Disarmante... disarmante e sconcertante accorgersi di quanto colei che consideravi unica era in realtà una povera psicopatica patetica e sfigata.

seliava
New User
New User
Messaggi: 29
Iscritto il: 28/05/2013, 1:14

Re: Condivido la mia esperienza: Germania

Messaggio da leggere da seliava » 04/08/2016, 22:10

Beh, anch'io ero appassionata della musica gothic, doom, melodic death metal etc nella mia gioventù : Wink : e non disprezzo neanche adesso, sono nativa dell'Europa continentale(Ucraina) e sono cresciuta nella pioggia, non tollero bene il caldo( abitavo in trentino prima). Ma purtroppo con i gnometti la vita la devi vedere da un'altra prospettiva, specie che i miei non sono stati mai seduti buoni-buoni nel passeggino per fare una passeggiata nel bosco, sono piu da circo : Groupwave : ...Poi abituati troppo bene al sole , parchi gioco puliti e ben curati, marea di gonfiabili, lago di Garda, feste di paese etc.... Credo che dico tutto con quel che in 1 anno di visite ai parchetti gioco in Germania abbiamo incontrato 1 bimbo alla volta per 4-5 volte. Siamo passati dalla famiglia che viveva all'esterno alla famiglia dove bimbi rinchiusi in casa saltano dal divano...Per rendere idea la mia bimba piu grande di appena 5 anni legge e scrive gia e parla 3 lingue percio non lo fa per pura stupidaggine... : WallBash :
Sicuramente posso consigliare Germania e UK( ho fatto un giretto a Londra per un colloquio tempo fa) ai giovani ragazzi senza famiglia , per una carriera( qui piu UK). Ma alle persone con dei cuccioli direi di valutare bene i pro e contro.
Credo che appena preso un B2 in tedesco penserò seriamente di trasferirmi a Bolzano.
153

Never fail to observe that it is much easier to leave many people dissatisfied than please them.

Kozma Prutkov

Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 5405
Iscritto il: 09/07/2009, 18:54
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 25 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Condivido la mia esperienza: Germania

Messaggio da leggere da franco » 26/10/2016, 20:34

alessiacrocerossa ha scritto:Ma mi domando in che Germania vivi??? Il tuo modo di vedere ha distorto completamente la realtà Tedesca... Vivo in Germania e sono completamente in dissenso con quanto dici... Non è giusto denigrare un paese solo perchè, molto probabilmente, ti sta antipatica...
Ciao Alessia
A quale post ti riferisci?
Lo puoi citare.
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)

teopiuo
Newbie
Newbie
Messaggi: 3
Iscritto il: 11/01/2017, 20:20

Re: Condivido la mia esperienza: Germania

Messaggio da leggere da teopiuo » 11/01/2017, 20:31

Ciao a tutti, mi permetto di scrivere pur non essendo infermiere. Sono medico specializzando in medicina interna, lavoro in Germania da circa 4 anni. Per farla breve, ho una nostalgia estrema degli infermieri italiani. Il sistema infermieristico in Germania se paragonato all'Italia, e probabilmente al resto del mondo, è RIDICOLO. Tranne rare eccezioni gli infermieri qui non possono (o non vogliono) fare prelievi di sangue, non posizionano agocannule, non fanno trasfusioni di sangue, la prima somministrazione antibiotica è competenza medica. Non parliamo neanche delle tecniche piu' avanzate (tipo posizionamento di PICC- o Midline), non sanno neanche cosa sia.
Quando noi medici abbiamo il turno di notte, ovvero siamo in ospedale 24 ore, siamo respsonabili di circa 300 pazienti. Per ogni paziente che ha bisogno di una via venosa, o di una trasfusione, o di un prelievo ad esempio per il controllo delle troponine, siamo noi responsabili. E' un sistema massacrante e senza via di uscita, gli stessi "infemrieri" non hanno alcun interesse a migliorarsi, già si sentono completamente al limite con le loro mansioni, che in Italia spesso sono svolte da OSS.
Ovviamente tutta l'assistenza al paziente ne risente, aumenta il rischio di erorre clinico o di alterazione delle somministrazioni (un medico responsabile di 300 vene significa ritardi estremi nella terapia antibiotica, per non parlare delle chemioterapie).

Fate vobis...

Se venite in Germania vi consiglio di rimanere fedeli alle vostre motivazioni sul perchè avete scelto di fare infermieristica..

Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 5405
Iscritto il: 09/07/2009, 18:54
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 25 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Condivido la mia esperienza: Germania

Messaggio da leggere da franco » 12/01/2017, 10:58

Ciao teopiuo
Ma anche in Italia fai quello per cui ti pagano.
L'unico spazio di libertà di crescita illimitata e il confronto nei forum e nei social.
Quando vieni assunto sei sei in un ambulatorio farai solo alcune cose in RSA altre ecc..
Dal lato pratico se avessi 20 anni di meno ci farei un pensiero.
L'Inghilterra sta un percorso di crescita già strutturato, mentre l'Italia ha un percorso di crescita dove tu rischi i tuoi soldi e poi vada come vada ed abbiamo tantissimi com master che non se ne fanno nulla.
Poi la Germania a quanto dici è non c'è un settore da sviluppare in competenze specifiche... ma una nazione?
Con 20 anni di meno partirei... farei la mia associazione per la crescita professionale... congressi... libri... e se arrivi prima con la creatività e l'esperienza italiana si diventa e si resta leader nel settore che ti crei.
In Italia nascono tante associazioni che hanno un business ma c'è una concorrenza spietata.
Mi dici che ina nazione"vergine" è male...punti di vista.
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)

teopiuo
Newbie
Newbie
Messaggi: 3
Iscritto il: 11/01/2017, 20:20

Re: Condivido la mia esperienza: Germania

Messaggio da leggere da teopiuo » 13/01/2017, 18:58

Scusami ma non ho proprio capito cosa intendi con il tuo messaggio... cosa vuol dire in Italia fai quello per cui ti pagano? Io ho spiegato le mansioni dell'infermiere in Germania, indipendentemente dal pagamento.
Cosa intendi dire con "una nazione"?

Non metto in dubbio che il mercato del lavoro sia molto meglio in Germania che in Italia, dipende se poi il lavoratore è disposto a lavorare alle condizioni che gli sono poste. Se per te le condizioni tedesche sono accettabili, il lavoro qua lo trovi subito.

Ciao

Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 5405
Iscritto il: 09/07/2009, 18:54
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 25 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Condivido la mia esperienza: Germania

Messaggio da leggere da franco » 13/01/2017, 20:09

Ciao teopiuo
Lo so ho detto una banalità.
Ma vedi forse il mondo medico è diverso ma l'infermiere che lavora in un azienda sanitaria pubblica ha un organizzazione del lavoro da rispettare uno spettro di attività che può fare.
Mi spiego meglio se anche uno fa un master per posizionare i PICC e lavora in un ambulatorio dermatologico non mettera mai un picc.
Se poi lavori nel privato a Torino gli infermieri erano assinti con un contratto a fasce orarie dalle 7 alle 9 terapia poi pulizia camere con tanto di spazzolone.

Dal punto di vista culturale in Italia c'è molta offerta anche troppa dato che prendi uno specialista un argomento ben vendibile e fai un master che non offrira mai uno sbocco lavorativo... il piu strano infermiere e cefalee.

Per accedere ad un posto pubblico devi fare un concorso Firenze 15.000 al via 2000 in graduatoria.
Non e facile l'Italia.

Ti ripeto se avessi 20 anni di meno oggi con la descrizione che hai fatto partirei subito per la Germania.
Farei la mia associazione culturale poi corsi e libri ... soprattutto niente gratis... tanti soldini. : Mr green :
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)

pino100
New User
New User
Messaggi: 68
Iscritto il: 11/01/2016, 10:05

Re: Condivido la mia esperienza: Germania

Messaggio da leggere da pino100 » 14/01/2017, 8:42

teopiuo ha scritto:Ciao a tutti, mi permetto di scrivere pur non essendo infermiere. Sono medico specializzando in medicina interna, lavoro in Germania da circa 4 anni. Per farla breve, ho una nostalgia estrema degli infermieri italiani. Il sistema infermieristico in Germania se paragonato all'Italia, e probabilmente al resto del mondo, è RIDICOLO. Tranne rare eccezioni gli infermieri qui non possono (o non vogliono) fare prelievi di sangue, non posizionano agocannule, non fanno trasfusioni di sangue, la prima somministrazione antibiotica è competenza medica. Non parliamo neanche delle tecniche piu' avanzate (tipo posizionamento di PICC- o Midline), non sanno neanche cosa sia.
Quando noi medici abbiamo il turno di notte, ovvero siamo in ospedale 24 ore, siamo respsonabili di circa 300 pazienti. Per ogni paziente che ha bisogno di una via venosa, o di una trasfusione, o di un prelievo ad esempio per il controllo delle troponine, siamo noi responsabili. E' un sistema massacrante e senza via di uscita, gli stessi "infemrieri" non hanno alcun interesse a migliorarsi, già si sentono completamente al limite con le loro mansioni, che in Italia spesso sono svolte da OSS.
Ovviamente tutta l'assistenza al paziente ne risente, aumenta il rischio di erorre clinico o di alterazione delle somministrazioni (un medico responsabile di 300 vene significa ritardi estremi nella terapia antibiotica, per non parlare delle chemioterapie).

Fate vobis...

Se venite in Germania vi consiglio di rimanere fedeli alle vostre motivazioni sul perchè avete scelto di fare infermieristica..
Ti correggo solo su una cosa ...In italia purtroppo gli infermieri non solo svolgono "giustamente" mansioni tecniche che in germania fanno i medici....ma non hanno paletti alle loro funzioni
credo tutto sommato sia più coerente la figura dell'infermiere come disegnata in germania ..sai le tue competenze e tuoi limiti ( anche perchè in germania non hanno fatto la stupidata di istituire una laurea x diventare infermieri) in italia ancora non abbiamo una dimensione precisa !!..inseriamo agocannule, o cateteri vescicali piuttosto che PICC o SNG...ma alla fine siamo rimasti quelli del giro letti e dei bidet ...ma con la laurea...e come ha evidenziato il post franco è recente la notizia che alcuni infermieri di torino fanno anche le pulizie di notte... non credo che succede agli infermieri tedeschi

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti