Permessi per visite specialistiche

Forum di discussione generale per gli infermieri
Regole del forum
La domanda è il punto di partenza per arrivare ad una o a tante risposte. Condividi la tua discussione preferita.
SarSab
New User
New User
Messaggi: 10
Iscritto il: 03/04/2020, 2:10

Permessi per visite specialistiche

Messaggio da leggere da SarSab »

Buonasera a tutti, sono un'infermiera che lavora all'interno di un ospedale pubblico con contratto a tempo determinato e avrei bisogno di alcune informazioni inerente ai permessi per visite specialistiche. Sono portatrice di apparecchio ai denti e, come saprete, una volta al mese effettuo dei controlli. Il mio problema è che io lavoro e risiedo in una regione (Piemonte) diversa rispetto a dove effettuo le visite periodiche (Campania) poiché è da poco che mi sono trasferita. Finora sono riuscita ad andare avanti effettuando le visite nel mio smonto notte, riposo però a breve dovrò effettuare un nuovo controllo e il mio dentista mi ha chiesto di prendermi 2 giorni il che è incompatibile volendo approfittare del solito smonto, riposo. Perciò volevo chiedervi: è opportuno mettermi in malattia o ci sono dei permessi che posso prendere per tali visite? Anche perché c'è da calcolare anche il viaggio visto che si tratta di 700km. Sto andando in tilt e non so proprio come muovermi. Spero possiate aiutarmi, magari ne sapete più di me.
azbzzz
User Senior
User Senior
Messaggi: 2313
Iscritto il: 14/08/2010, 21:11
Lavoro e cerco...: Guardatevi dall' infermiere che dice di non trovare lavoro!

Re: Permessi per visite specialistiche

Messaggio da leggere da azbzzz »

Hai diritto solo al giorno della visita con giustificativa fatta dal dentista da allegare alla richiesta di assenza.
xazz
User
User
Messaggi: 143
Iscritto il: 27/10/2017, 19:42

Re: Permessi per visite specialistiche

Messaggio da leggere da xazz »

Che tirata,
ma con i cambi con i colleghi non riesci a gestirti (esempio chiedere di cambiare la notte con un pomeriggio)?

Per l'opportunità di mettersi in malattia... : Blink : secondo me non è opportuno.
prima è meglio spiegare il problema al responsabile di reparto e vedere se si può trovare una soluzione sistemando i turni , penso che convenga a tutti piuttosto che usi permessi o malattie...
SarSab
New User
New User
Messaggi: 10
Iscritto il: 03/04/2020, 2:10

Re: Permessi per visite specialistiche

Messaggio da leggere da SarSab »

azbzzz ha scritto: 19/08/2021, 18:13 Hai diritto solo al giorno della visita con giustificativa fatta dal dentista da allegare alla richiesta di assenza.
Perfetto! Grazie mille : Wink :
SarSab
New User
New User
Messaggi: 10
Iscritto il: 03/04/2020, 2:10

Re: Permessi per visite specialistiche

Messaggio da leggere da SarSab »

xazz ha scritto: 27/08/2021, 18:55 Che tirata,
ma con i cambi con i colleghi non riesci a gestirti (esempio chiedere di cambiare la notte con un pomeriggio)?

Per l'opportunità di mettersi in malattia... : Blink : secondo me non è opportuno.
prima è meglio spiegare il problema al responsabile di reparto e vedere se si può trovare una soluzione sistemando i turni , penso che convenga a tutti piuttosto che usi permessi o malattie...
Forse non sono stata chiara nel post ma ho detto che finora ho sempre sfruttato lo smonto/notte per poter effettuare tali visite che, purtroppo, avvengono a circa 700km (insomma non proprio dietro l'angolo xD). Pur chiedendo un cambio turno non riuscirei lo stesso visto che in questa circostanza dovrei effettuare 2 visite in due giorni diversi e, considerando il viaggio, è impossibile farlo altrimenti non avrei rotto le scatole a nessuno e avrei fatto come sempre cioè utilizzare il mio smonto/riposo e quindi niente malattia o permessi. Nel messaggio non sto esprimendo il desiderio di mettermi in malattia ma chiedevo un consiglio su come poter fare poichè in queste cose purtroppo sono nuova e non so bene come funzionano, anche perchè ho chiesto informazioni al mio sindacato il quale mi ha spiegato che ci sono dei permessi specifici proprio per chi deve effettuare queste visite specialistiche mentre quando ne ho parlato con la mia caposala, giustamente, ha subito menzionato le ferie (capisco le ferie per poter fare il viaggio ma sinceramente non capisco per quale motivo la visita specialistica debba figurare come ferie visto che la posso giustificare con un certificato) e alla fine mi sono rivolta a voi che sicuramente, avendo molta più esperienza di me in queste cose, potevate dirmi cosa si fa in queste circostanze. : Wink :
xazz
User
User
Messaggi: 143
Iscritto il: 27/10/2017, 19:42

Re: Permessi per visite specialistiche

Messaggio da leggere da xazz »

Avevo capito che dovessi fare i controlli due giorni consecutivi.. Per questo il suggerimento di sistemare col turno senza altri permessi.. oltre a questi permessi potresti avere altri tre giorni di permesso per motivi personali (art 37 CCNL). Strano che la tua responsabile ti indirizzasse subito sulle ferie, ne hai molte da smaltire?

Per tagliare la testa al toro riportiamo l'articolo in questione dal CCNL sanità (evidenziate le parti che credo siano di tuo interesse):

Art. 40
Assenze per l’espletamento di visite, terapie, prestazioni specialistiche od esami diagnostici

1. Ai lavoratori sono riconosciuti specifici permessi per l’espletamento di visite,
terapie, prestazioni specialistiche od esami diagnostici, fruibili su base sia giornaliera
che oraria, nella misura massima di 18 ore annuali, comprensive anche dei tempi di
percorrenza da e per la sede di lavoro.
2. I permessi di cui al comma 1, sono assimilati alle assenze per malattia ai fini del
computo del periodo di comporto e sono sottoposti al medesimo regime economico
delle stesse.
3. I permessi orari di cui al comma 1:
a) sono incompatibili con l’utilizzo nella medesima giornata delle altre tipologie di
permessi fruibili ad ore, previsti dalla legge e dal presente CCNL, nonché con i riposi
compensativi di maggiori prestazioni lavorative;
b) non sono assoggettati alla decurtazione del trattamento economico accessorio prevista per le assenze per malattia nei primi 10 giorni.
4. Ai fini del computo del periodo di comporto, sei ore di permesso fruite su base oraria corrispondono convenzionalmente ad una intera giornata lavorativa.
5. I permessi orari di cui al comma 1 possono essere fruiti anche cumulativamente per la durata dell’intera giornata lavorativa. In tale ipotesi, l'incidenza dell'assenza sul monte ore dei permessi a disposizione del dipendente viene computata con riferimento all'orario di lavoro convenzionale nella giornata di assenza di cui all’art. 27, comma 10 (Orario di lavoro).

6. Nel caso di permesso fruito su base giornaliera, il trattamento economico
accessorio del lavoratore è sottoposto alla medesima decurtazione prevista dalla
vigente legislazione per i primi dieci giorni di ogni periodo di assenza per malattia.
7. In caso di rapporto di lavoro a tempo parziale, si procede al riproporzionamento
delle ore di permesso di cui al comma 1.
8. La domanda di fruizione dei permessi è presentata dal dipendente nel rispetto di un
termine di preavviso di almeno tre giorni. Nei casi di particolare e comprovata
urgenza o necessità, la domanda può essere presentata anche nelle 24 ore precedenti
la fruizione e, comunque, non oltre l’inizio dell’orario di lavoro del giorno in cui il
lavoratore intende fruire del periodo di permesso giornaliero od orario.
9. L’assenza per i permessi di cui al comma 1 è giustificata mediante attestazione di
presenza, anche in ordine all’orario, redatta dal medico o dal personale
amministrativo della struttura, anche privata, che hanno svolto la visita o la
prestazione.

10. L’attestazione è inoltrata all’Azienda o Ente dal dipendente oppure è trasmessa
direttamente a quest’ultima per via telematica a cura del medico o della struttura.
SarSab
New User
New User
Messaggi: 10
Iscritto il: 03/04/2020, 2:10

Re: Permessi per visite specialistiche

Messaggio da leggere da SarSab »

xazz ha scritto: 11/09/2021, 12:09 Avevo capito che dovessi fare i controlli due giorni consecutivi.. Per questo il suggerimento di sistemare col turno senza altri permessi.. oltre a questi permessi potresti avere altri tre giorni di permesso per motivi personali (art 37 CCNL). Strano che la tua responsabile ti indirizzasse subito sulle ferie, ne hai molte da smaltire?

Per tagliare la testa al toro riportiamo l'articolo in questione dal CCNL sanità (evidenziate le parti che credo siano di tuo interesse):

Art. 40
Assenze per l’espletamento di visite, terapie, prestazioni specialistiche od esami diagnostici

1. Ai lavoratori sono riconosciuti specifici permessi per l’espletamento di visite,
terapie, prestazioni specialistiche od esami diagnostici, fruibili su base sia giornaliera
che oraria, nella misura massima di 18 ore annuali, comprensive anche dei tempi di
percorrenza da e per la sede di lavoro.
2. I permessi di cui al comma 1, sono assimilati alle assenze per malattia ai fini del
computo del periodo di comporto e sono sottoposti al medesimo regime economico
delle stesse.
3. I permessi orari di cui al comma 1:
a) sono incompatibili con l’utilizzo nella medesima giornata delle altre tipologie di
permessi fruibili ad ore, previsti dalla legge e dal presente CCNL, nonché con i riposi
compensativi di maggiori prestazioni lavorative;
b) non sono assoggettati alla decurtazione del trattamento economico accessorio prevista per le assenze per malattia nei primi 10 giorni.
4. Ai fini del computo del periodo di comporto, sei ore di permesso fruite su base oraria corrispondono convenzionalmente ad una intera giornata lavorativa.
5. I permessi orari di cui al comma 1 possono essere fruiti anche cumulativamente per la durata dell’intera giornata lavorativa. In tale ipotesi, l'incidenza dell'assenza sul monte ore dei permessi a disposizione del dipendente viene computata con riferimento all'orario di lavoro convenzionale nella giornata di assenza di cui all’art. 27, comma 10 (Orario di lavoro).

6. Nel caso di permesso fruito su base giornaliera, il trattamento economico
accessorio del lavoratore è sottoposto alla medesima decurtazione prevista dalla
vigente legislazione per i primi dieci giorni di ogni periodo di assenza per malattia.
7. In caso di rapporto di lavoro a tempo parziale, si procede al riproporzionamento
delle ore di permesso di cui al comma 1.
8. La domanda di fruizione dei permessi è presentata dal dipendente nel rispetto di un
termine di preavviso di almeno tre giorni. Nei casi di particolare e comprovata
urgenza o necessità, la domanda può essere presentata anche nelle 24 ore precedenti
la fruizione e, comunque, non oltre l’inizio dell’orario di lavoro del giorno in cui il
lavoratore intende fruire del periodo di permesso giornaliero od orario.
9. L’assenza per i permessi di cui al comma 1 è giustificata mediante attestazione di
presenza, anche in ordine all’orario, redatta dal medico o dal personale
amministrativo della struttura, anche privata, che hanno svolto la visita o la
prestazione.

10. L’attestazione è inoltrata all’Azienda o Ente dal dipendente oppure è trasmessa
direttamente a quest’ultima per via telematica a cura del medico o della struttura.
In realtà non ho molti giorni di ferie però sembra che l'obiettivo della caposala, probabilmente approfittando anche del fatto che ne so ancora poco, sia quello di fartele consumare. Avessi avuto tante ferie da smaltire non mi sarei creata il problema ma trovo ingiusto che qualcuno possa approfittarsene ed è Per questo motivo che, oltre a rivolgermi al sindacato per chiedere delle delucidazioni, ho preferito chiedere anche a voi : Wink : comunque ti ringrazio molto, sei stato/a gentilissimo/a : Thumbup :
Avatar utente
franco
Super Mega User
Super Mega User
Messaggi: 6121
Iscritto il: 09/07/2009, 18:54
Lavoro e cerco...: Assistenza infermieristica di qualità da oltre 30 anni, che dire :-)
Località: Bologna
Contatta:

Re: Permessi per visite specialistiche

Messaggio da leggere da franco »

Purtroppo capita.
Non so se è per ignoranza o volontà, ma è frequente che la coordinatrice eviti di assegnare i permessi.
Benvenuto :-) ,incertezze, per fare i primi passi, visita....Come funziona il forum
Quando si regala un idea bisogna essere coscienti che quell'idea possa piacere o no. Quando si riceve un regalo, almeno un grazie :-)
Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti